PATOLOGIE DELL'INFANZIA

Piedi Piatti (o Piede Piatto)

 

Che cosa si intende per piede piatto

Flat foot vs Normal foot mage

Prima causa di richiesta di visita ortopedica pediatrica.

I genitori sono sempre più attenti allo sviluppo dei loro figli e sempre si accorgono della eventuale mancanza della normale volta plantare del piede e del calcagno che volge verso l’esterno.

Per piede piatto, di fatto si intende un abbassamento della volta plantare di entità variabile sino al suo completo appiattimento, spesso associato a valgismo del retro piede (calcagno).

Questo atteggiamento (pronazione) può essere di gravità variabile e comportare diverse problematiche.

Il piede è naturalmente piatto nel bambino e in genere subisce un processo di formazione della volta plantare che si compie nei primi anni di vita. Solitamente questo atteggiamento è considerato fisiologico fino a 8/10 anni, dopodiché si osserva una graduale maturazione che termina verso i 10/12 anni.

Il piede piatto può essere flessibile o rigido.

 

I sintomi del piede piatto

La maggior parte dei bambini non ha sintomi particolari, ma a volte possono avvertire dolore al piede nell’area del tallone e della volta plantare. Il dolore può peggiorare durante l’attività ed è più frequentemente associato al piede piatto rigido.

 

Quali sono le cause del piede piatto “flessibile”?

Uno sviluppo insufficiente della volta plantare può avere varie cause:

Flat Feet Detail Back prof. Portinaro

  • anomalie congenite delle ossa del piede
  • insufficienza dei muscoli che sostengono la volta plantare o di quelli che contribuiscono al movimento del piede
  • patologie neuromuscolari
  • iperlassità legamentosa o, meglio ancora, quando i legamenti sono maggiormente elastici (lassità legamentosa costituzionale).

Qual’è la causa il piede piatto “rigido”?

Il piede piatto rigido è solitamente dovuto a una malformazione dell’osso chiamata “coalizione tarsale”. Questo avviene quando le ossa non sono separate e risultano fuse da un osso o da una cartilagine
Questa condizione ovunque si verifichi nel piede, crea una maggiore rigidità dei segmenti del piede e ad essa è più frequentemente associato il dolore.

 

Come viene diagnosticato il piede piatto?

Flat Feet Back Picture Prof PortinaroIl chirurgo ortopedico deve visitare il bambino per decidere se è necessario un trattamento.

Nei bambini con il piede piatto, l’arco plantare scompare quando si è in piedi.
Per diagnosticare il problema, i bambini sono invitati ad alzarsi sulla punta dei piedi. Se l’arco riappare, il piede piatto viene chiamato flessibile e non sono più necessari ulteriori esami o trattamenti.
Se l’arco non si forma stando in punta di piedi (piede piatto rigido), o se il bambino avverte dolore, potrebbero essere necessari altri esami, come ad esempio una radiografia.
La risonanza magnetica, la TAC e anche la radiografia del piede da diverse angolazioni forniscono più dettagli rispetto ai semplici raggi X.

 

Trattamento del piede piatto

Flat Foot x-Ray left

Trattamento non chirurgico

È di competenza dello specialista ortopedico indicare se iniziare o meno un trattamento con ortesi (dispositivi medici come i plantari) oppure adottare una strategia di osservazione.
Se il piede piatto non causa dolore, non è necessario intervenire.

Se invece il bambino prova dolore, l’ortopedico può suggerire l’utilizzo di plantari per il piede piatto (o altri dispositivi come solette o supporti plantari)

I ogni caso il plantare per il sostegno della volta (argomento al centro di dibattito da sempre) serve essenzialmente a far maturare le ossa nel modo migliore, modellandole fra loro, e non rappresenta un vero e proprio trattamento, se non in presenza di retrazione del tendine d’Achille. In questo caso una soletta rigida aiuta ad allungare il tendine durante la deambulazione e a ridurre i sintomi.

Altri trattamenti possono includere:

  • Scarpe per piedi piatti. Le scarpe per il supporto strutturale dell’arco plantare potrebbero essere più comode anche per la corsa e durante le attività fisiche. L’ortopedico può suggerire le migliori scarpe, comprese quelle da corsa
  • Fisioterapia. In particolare per chi effettua attività fisica che implica la corsa. Un fisioterapista può essere utile per aiutare il bambino a migliorare la sua corsa o per ridurre il rischio di lesioni da eccessivo utilizzo.

 

Trattamento chirurgico del piede piatto

Solo verso i 10/12 anni di vita è opportuno pensare a eventuali interventi chirurgici correttivi.
Un’eventuale scelta chirurgica si basa su diverse valutazioni. Si può decidere di procedere con l’intervento chirurgico nel caso in cui le valutazioni cliniche mostrino:

  • un quadro sintomatologico di dolore legato alla posizione del piede durante l’appoggio
  • un quadro radiologico che mostri situazioni dove non vi sia una perfetta conformazione della volta plantare o dove la posizione reciproca delle ossa non sia corretta

 

Come il prof. Portinaro cura il piede piatto

Flat Feet x-Ray Left Right

Radiografia Piedi Piatti Destro/Sinistro

Il Prof. Portinaro è uno dei chirurghi ortopedici più qualificati per le patologie del piede e i relativi trattamenti.
Nella sua lunga carriera ha curato questa patologia con un approccio chirurgico, visitando oltre 2000 pazienti all’anno.
Considerando che il piede piatto è la patologia più comune per i piedi, nella sua carriera il Prof. Portinaro ha eseguito più di 10.000 interventi chirurgici.

Presso Humanitas l’intervento chirurgico consiste nell’inserimento di una vite subito sotto la caviglia (tarso) che viene fissata sul calcagno in modo tale da evitare che il piede scivoli troppo verso l’interno quando appoggia.
L’intervento avviene in regime di day hospital. Il paziente è sottoposto a una blanda sedazione associata ad anestesia locale, e già un paio d’ore dopo l’intervento è in grado di camminare caricando completamente il peso del proprio corpo sull’arto operato. Non è necessario utilizzare dei gessi, mentre l’ausilio di stampelle per alcuni giorni pu

Flat Foot Post-op X-ray Prof Portinaro Orthopedic Surgeon

Radiografia Piede Piatto Post-op

ò essere utile per conferire maggiore sicurezza durante la deambulazione.

 

L’intervento chirurgico ovviamente, in quanto tale, non è esente da rischi (infezioni, ematomi ecc.) ma questi sono di rara osservazione e in ogni caso risolvibili con ottimi risultati. In genere la vite all’interno del piede non viene rimossa, a meno che non sopraggiungano richieste funzionali particolarmente importanti una volta raggiunta l’età adulta.

Guarda il video del Prof. Portinaro sui piedi piatti

RISORSE PER I PAZIENTI

Scopri come il professor Portinaro si occupa dei suoi pazienti:

LA RICERCA

Scopri l’attività di ricerca scientifica del Professor Portinaro: