TRAUMATOLOGIA

Frattura Polso

 

La frattura del radio e dell’ulna distale è il termine medico per indicare una frattura del polso.

Ciascun polso è composto da otto piccole ossa che sono collegate al radio e all’ulna, le due ossa lunghe del nostro avambraccio.

Una frattura del polso si verifica quando almeno una di queste 10 ossa si rompe, ma in realtà l’osso che più frequentemente coinvolto è il radio.

 

Frattura Polso – Cause

Una frattura del polso di solito si verifica a seguito di una caduta con atterraggio sul braccio disteso.

Le persone che praticano sport di contatto, sci, i pattinatori in linea, gli snowboarder, i motociclisti e chi va a cavallo sono maggiormente esposti a una frattura del polso.

Anche le persone anziane affette da osteoporosi sono particolarmente a rischio.

 

Frattura polso – Segni e sintomi

Un polso rotto provoca immediatamente dolore e gonfiore. Altri segni possono includere:

  • Difficoltà nell’utilizzo della mano e nei movimenti del polso
  • Deformità (quando un osso non è più nella posizione corretta)
  • Dolore nel muovere le dita
  • Dolore al tatto

 

Fattura Polso – Diagnosi

È necessario sottoporsi a una visita presso un chirurgo ortopedico, il quale può richiedere anche una radiografia per accertarsi di essere in presenza di una frattura.

Se il medico sospetta che la frattura possa aver colpito anche nervi, legamenti e muscoli, potrebbe prescrivere altri esami come una TAC o una risonanza magnetica per ottenere un quadro più dettagliato della situazione.

Inoltre, si raccomanda vivamente di recarsi presso un pronto soccorso se:

  • si avverte un forte dolore al polso.
  • Il polso, il braccio o la mano sono intorpiditi.
  • Le dita sono pallide

 

Frattura polso – Trattamento

È molto importante intervenire il prima possibile.

Il trattamento precoce riduce al minimo il dolore e aiuta ad evitare altri rischi. Ad esempio, se le ossa non guariscono nel corretto allineamento, ciò può influire sulle attività quotidiane, come scrivere o abbottonare una camicia.

Il trattamento dipende da:

  • Il tipo e la gravità della frattura che può essere scomposta, instabile o esposta
  • L’età del paziente
  • Se la frattura riguarda la mano “dominante”
  • Se sono presenti altre lesioni

Se la frattura non è troppo grave e instabile, probabilmente sarà sufficiente una stecca per alcuni giorni e poi un gesso da sei a otto settimane, a seconda della gravità della rottura.

In alcuni casi potrebbe rendersi necessario un intervento chirurgico per riallineare le ossa rotte e mantenerle in posizione corretta.

In questo caso, il chirurgo ortopedico può fissare la frattura con perni, viti, placche, barre o anche fissazioni esterne.

 

Fattura polso – Complicazioni

Le complicazioni sono rare e dipendono dalla gravità della frattura.

Potrebbero includere:

  • Dolore continuo o disabilità.
  • Alcune persone provano rigidità permanente o dolore. In questo caso è importante chiedere al medico consigli per esercizi di fisioterapia o terapia occupazionale che possa favorire il recupero

Osteoartriti.

Le fratture che coinvolgono anche un’articolazione possono causare artrosi, anche dopo anni.

Danni ai nervi o ai vasi sanguigni.

Se la frattura del polso ha danneggiato i nervi e i vasi sanguigni, potrebbero verificarsi problemi di intorpidimento o di circolazione. È importante prestare attenzione a questi segni e parlarne al chirurgo ortopedico.

Recupero

Durante il periodo di recupero, possono essere utili alcuni alcuni accorgimenti:

  • Mantenere il polso elevato (ad esempio su un cuscino) o sopra il livello del cuore. Questo aiuta a ridurre dolore e gonfiore, in particolare durante i primi giorni.
  • Ghiaccio. Si può applicare ghiaccio per 15-20 minuti ogni due o tre ore per i primi giorni.
  • L’utilizzo di farmaci antinfiammatori non steroidei può aiutare a trattare il dolore e il gonfiore.
  • Esercizi di stretching per le dita, il gomito e la spalla ed esercizi di potenziamento dei muscoli, possono essere eseguiti seguendo le raccomandazioni del medico

Durante il recupero, è davvero molto importante tenere le dita sempre in movimento perchè ciò è utile per recuperare il movimento, la forza e la funzionalità dell’articolazione.

Il tempo di recupero può variare in base a diversi fattori.

Potrebbero essere necessarie da otto settimane a diversi mesi ed è importante essere pazienti e non tornare alle normali attività troppo presto, per evitare danni più gravi.

 

Frattura Polso – Prevenzione

Ovviamente è abbastanza impossibile prevenire gli imprevisti che possono causare la frattura di un polso, dal momento che solitamente si verifica a seguito di cadute accidentali.

Se si è affetti da malattie dell’invecchiamento come l’osteoporosi, è possibile chiedere consiglio al medico su come migliorare la salute delle ossa.

Ecco alcuni suggerimenti che potrebbero offrire una certa protezione

Fortificare le ossa

Una dieta ricca di calcio e vitamina D può aiutare.

Esercizio fisico

Esercizi con i pesi, come anche una camminata veloce, sono molto utili per rafforzare le ossa e le articolazioni.

Prevenire le cadute

Anche se una caduta accidentale è imprevedibile, si possono adottare alcuni accorgimenti pratici.

  • Indossare scarpe comode
  • Rimuovere oggetti nei quali si rischia di inciampare
  • Controllare regolarmente la vista
  • Installare maniglioni nel bagno e corrimani lungo le scale

Durante le attività sportive sulla neve, sul ghiaccio o su superfici dure (come il pattinaggio in linea, lo snowboard, lo sci) è importante utilizzare protezioni per i polsi

 

L’esperienza del Prof. Portinaro

Il Prof. Portinaro ha un’esperienza di oltre 30 anni in traumatologia.

Ha eseguito personalmente più di 300 interventi chirurgici di fratture del polso sia negli adulti che nei bambini con tecniche diverse

RISORSE PER I PAZIENTI

Scopri come il professor Portinaro si occupa dei suoi pazienti:

LA RICERCA

Scopri l’attività di ricerca scientifica del Professor Portinaro: