Fondazione Ariel: da oltre 10 anni la stella guida delle famiglie con bambini disabili

Fondazione Ariel è nata nel 2003 per offrire sostegno di tipo medico, psicologico e sociale alle famiglie con bambini affetti da disabilità neuromotorie e, in particolare, Paralisi Cerebrale Infantile (PCI), patologia neuromotoria più frequente, che colpisce in Italia 40mila bambini, con un’incidenza di 1 su 500 nuovi nati.

In più di 10 anni di attività Fondazione Ariel ha aiutato oltre 2.000 famiglie con bambini disabili affetti da PCI.

Quando è nata nostra figlia Fondazione Ariel ci ha aiutati a rinascere come genitori

I ricordi delle nostre famiglie, dei bambini e dei ragazzi di Ariel e dei loro fratelli e sorelle che hanno conosciuto Ariel.

“La Paralisi Cerebrale Infantile è un evento che colpisce il bambino ma che destabilizza e travolge l’intera rete familiare”, spiega il prof. Nicola Portinaro, fondatore e direttore scientifico di Ariel. “Come chirurgo ortopedico, negli ultimi dieci anni ho operato migliaia di bambini disabili affetti da patologie neuromotorie, in particolare da PCI, e sono quindi venuto a contatto con altrettante famiglie, che presto ho capito essere la seconda vittima di questa terribile malattia. Per questo ho cercato, attraverso la costituzione di Ariel, di creare un punto di riferimento per questi genitori che si sentono soli e inadeguati di fronte a questo dramma, di far nascere quindi una ‘stella guida delle famiglie con bambini disabili’, che poi è diventato anche lo slogan della fondazione.”

“Ariel nasce in particolare dalla mia esperienza in Inghilterra, dove ho vissuto dieci anni (sono stato primario della divisione di ortopedia pediatrica del Royal Hospital for Sick Children di Bristol). Lì ho capito che la vera assistenza ai disabili deve essere a 360 gradi: ci si deve preoccupare e occupare non solo della salute e del benessere del piccolo paziente, ma anche dello stato dei familiari e di tutto ciò che ruota loro attorno, dell’insegnamento e della ricerca. Le famiglie hanno bisogno di supporto psicologico e di una guida costante; e proprio questo è lo scopo di Ariel, che – nata nel 2003 con il supporto di Fondazione Humanitas e Fondazione Umana Mente – vive e opera per sostenere le numerose famiglie italiane che convivono con la disabilità, suggerendo concretamente consapevolezza, dignità e un po’ più di serenità”.

Con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita non solo del bambino ma dell’intero sistema familiare, Ariel si rivolge quindi a famiglie provenienti da tutta Italia, che necessitano di un sostegno quando si trovano ad affrontare e a convivere con il dramma della malattia.

Nello specifico, Ariel è impegnata in diverse attività:

ORIENTAMENTO, ASSISTENZA E SUPPORTO PSICO-SOCIALE
in particolare attraverso il Numero Verde dedicato (800.133.431) e un servizio di counseling on line forniti da specialisti qualificati;

FORMAZIONE
tramite corsi multidisciplinari per genitori, convegni, seminari e corsi di formazione a personale medico e paramedico, corsi di preparazione per volontari;

CLOWN-TERAPIA, LABORATORI DI GIOCO E TEATRO
per i bambini affetti da paralisi cerebrale, con l’attività della comico-terapia in ospedale e i laboratori creativi;

RICERCA SCIENTIFICA
al fine di individuare nuove terapie, mediche e chirurgiche, per i bambini affetti da PCI o altre disabilità neuromotorie.

Per info www.fondazioneariel.it
Numero Verde 800.133.431

Prof. Nicola Portinaro

Telefono: +39 02-59900089
Email:
nicola.portinaro@humanitas.it
nicola.portinaro@unimi.it
Fax: +39 02-82244693

Contatta il prof. Nicola Portinaro

2 + 8 =